Seleziona una pagina

Il mio “White” ragù

  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 zucchina
  • 2 pomodori pachino
  • 250gr. di trita di tacchino
  • mirto
  • timo
  • rosmarino
  • olio
  • sale
  • pepe nero
  • mezzo bicchiere di vino bianco

difficoltadifficoltadifficolta

media

timer

1 ora

dipende da come viene utilizzato. comunque con 250gr. di ragù si possono condire almeno tre piatti di pasta.


pulire e tagliare finemente tutte le verdure, io preferisco fare questa operazione al coltello con un po’ di pazienza, perché mi piace assaporare le verdure e vedere il contrasto cromatico, anche l’occhio vuole la sua parte. In alternativa si può utilizzare un mixer e velocizzare l’operazione.

scaldare una buona dose di olio extravergine in una padella a bordi alti, aggiungere le verdure e rosolare qualche minuto. Poi unire la trita di tacchino, il timo, il rosmarino, il mirto, un pizzico di sale, pepe nero e versare il mezzo bicchiere di vino. Lasciare evaporare.

una volta evaporato il vino versare un mestolo di acqua calda o brodo vegetale e portare a cottura. Ci vorrà circa 20/30 minuti, quando sarà evaporata tutta l’acqua spegnete la fiamma e passate alla scelta del giusto abbinamento.

valida alternativa del classico ragù di carne rossa, il mitico “ragù alla bolognese” fatto con passione e da sapienti mani. il mio ragù bianco è più veloce, ricco di sapore e profumi, verdure e erbe aromatiche. Adatto per ogni abbinamento, con le tagliatelle all’uovo, con la pasta corta e formaggio a piacere, con il buon carnaroli e zafferano, con il più easy basmati, con la polenta e la fontina di alpeggio, sui crostini per degustare un buon vino tra amici con l’aperitivo. ” Messieurs faites vos jeux” perché cucinare può essere un gioco…divertitevi. Ovviamente ci vuole anche la giusta colonna sonora per accompagnare la vostra avventura ai fornelli. Io ho scelto qualcosa che profuma di famiglia, un buon padre del rock, Bruce Springsteen e il suo Born in the U.S.A. album che l’ha consacrato in Italia nel lontano 1984….

Anna

Pin It on Pinterest

Share This