Seleziona una pagina

Crema di fagioli dall’occhio, rosmarino, pepe nero e olio bio Terre Rosse

  • 200gr. di fagioli dall’occhio
  • un cipollotto
  • olio
  • rosmarino
  • pepe nero
  • brodo vegetale sale

difficoltadifficoltadifficolta

facile

timer

2 ore

2 persone


Sciacquare i fagioli per togliere eventuali impurità e mettere in ammollo per almeno 6 ore.

Scolare i fagioli e cuocerli in acqua bollente per un’ora oppure scaldare l’olio in una padella a bordi alti, versare i fagioli scolati, rosolare qualche minuto e coprire con acqua o brodo. cuocere sempre un’ora.

Raggiunta la cottura dei fagioli dall’occhio, scaldare l’olio in una pentola, aggiungere il cipollotto tagliato, la dose di fagioli desiderata, sale, pepe nero e del brodo vegetale quanto basta. Cuocere per 30 minuti e frullare con un frullatore a immersione cercando di lasciare qualche fagiolo intero. Unire il rosmarino e servire con l’aggiunta di un filo di olio bio e ancora un pizzico di pepe nero macinato al momento.

Un nome curioso e simpatico per questa varietà di fagioli con la caratteristica macchiolina nera, simile a un occhietto. Unico Fagiolo autoctono del vecchio mondo essendo originario di Africa e Asia, conosciuti già dagli antichi greci e romani, coltivati nel nostro paese durante il medioevo. Fino a qualche decennio fa molto consumati, apparivano spesso sulle nostre tavole. Ora vengono coltivati solo in alcune zone della Puglia, Toscana, Veneto. Ricco di proteine e fibre, viene consumato semplicemente cotto con olio e sale, oppure con prezzemolo e pomodoro, stufati, nelle zuppe, risotti oppure in umido come contorno.

Anna

Pin It on Pinterest

Share This